Whistleblowing

Piattaforma whistleblowing del Gruppo MeglioQuesto

Il Gruppo MeglioQuesto, in ottemperanza al D.Lgs. 24 del 10 marzo 2023, attraverso la piattaforma whistleblowing dà la possibilità di segnalare, anche in forma anonima, illeciti, irregolarità, violazioni e comportamenti sospetti.

DOMANDE FREQUENTI

Chi può inviare una segnalazione?

All’invio possono procedere:

  • dipendenti, in qualunque forma contrattuale, di MeglioQuesto che in ragione del proprio rapporto di lavoro siano venuti a conoscenza di condotte illecite;
  • dipendenti e collaboratori in rapporto con MeglioQuesto;
  • consulenti;
  • volontari e tirocinanti, retribuiti e non retribuiti;
  • azionisti e persone con funzioni di amministrazione, direzione, controllo, vigilanza o rappresentanza;
  • lavoratori o collaboratori che svolgono la propria attività lavorativa per soggetti che forniscono beni o servizi in favore di terzi.

Perché segnalare?

Il Gruppo MeglioQuesto favorisce l’utilizzo della piattaforma whistleblowing come misura di prevenzione al fine di individuare tempestivamente illiceità commesse all’interno dell’azienda, per poi verificarle e correggere eventuali irregolarità.

Quali sono le anomalie che possono essere segnalate?

Possono essere oggetto di segnalazione i casi di:

  • corruzione;
  • corruttibilità attiva e passiva;
  • spionaggio industriale;
  • uso improprio di dati aziendali;
  • furto e appropriazione indebita di beni aziendali;
  • mala gestione;
  • falsificazione di resoconti finanziari e false dichiarazioni;
  • mobbing;
  • discriminazioni e molestie sessuali;
  • violazioni dei diritti umani;
  • violazioni di norme ambientali e di sicurezza sul lavoro.

Come segnalare?

Cliccando su invia o verifica una segnalazione sarà possibile scegliere tra l’invio in forma anonima o tramite autenticazione. Una volta selezionata la modalità preferita, si potrà procedere con la compilazione del modulo di segnalazione.
Al termine dell’inserimento dei dati richiesti, verrà generato e fornito un codice identificativo di 16 numeri, che non potrà essere rigenerato e recuperato successivamente.

Come si può verificare lo stato di una segnalazione?

Il segnalante può monitorare lo stato di lavorazione cliccando su invia o verifica una segnalazione e inserendo il codice identificativo.

Quali sono le tutele previste per segnalante e segnalato?

La conoscenza dell’identità del segnalante rimane riservata agli autorizzati a trattare i dati e a chi di competenza per la ricezione e la gestione delle segnalazioni. Non può essere rivelata a persone diverse e non devono essere forniti elementi della segnalazione dai quali ricavare (direttamente o indirettamente) l’identificazione del whistleblower.
La protezione della riservatezza è estesa anche alla persona coinvolta e comunque menzionata nella segnalazione, nonché al contenuto della segnalazione e della relativa documentazione.
Infine, è vietata qualsiasi ritorsione o discriminazione nei confronti del segnalante per effetto della segnalazione effettuata, quali ad esempio valutazioni negative delle performance, mutamento di funzioni, trattamento sfavorevole, danni alla reputazione sui social media, per citarne alcuni, comprendendo anche il licenziamento.